Gun bullets

News from Brexit

Ci sono cose che scegliamo democraticamente, con un voto, e cose che scegliamo inconsapevolmente. Senza entrare nel merito del referendum, una triste notizia apparsa poco dopo l’inizio dei negoziati riguarda l’incremento di export di armi (a regimi oppressivi). Ora che si avvicinano le elezioni in Italia, penso a quanto il mio Paese sia famoso nel mercato mondiale della produzione (e vendita) di armi, o a quanto spenda per armare se stesso, come se i numeri su quanto si taglia a sanità e pensioni siano materia su cui discutere, mentre il budget per la difesa sia materia che non vada data in pasto all’elettorato.

Forse il motivo è pratico: dato che nessuno schieramento ha nel programma un taglio a questo capitolo di spesa, che senso ha parlarne?

Un secondo pensiero riguarda il coraggio delle proprie scelte. Continua a leggere

Annunci