Integrazione

Avevano da fare, un po’ di lavoro arretrato, un po’ di lavoro appena arrivato, alcune cose da finire e hanno creduto, ingenuamente, di poter pranzare alle 13:30.

Si sono presentati in mensa dotati di un po’ di pollo e di alcuni falafel, avanzi della sera precedente, sicuri di comprare in mensa quel che mancava al proprio pranzo. Sono arrivati in mensa alle 13:37, e hanno guardato desolati il bancone pulito e il cibo avanzato già buttato nel pattume. Si sono guardati: in UK non si pranza alle 13:30, non è la mensa dell’università che serve cibo fino alle 14:45. Hanno fatto tardi. Ma poi, le 13:38, si può considerare tardi?

Sta di fatto che hanno avuto un momento di vera integrazione: hanno pranzato con gli avanzi del giorno prima, con un contorno di patatine in sacchetto e accompagnando il pranzo col cappuccino.

È fatta: dopo aver bevuto il cappuccino durante il pranzo si sentono integrati. Ma danno dei barbari a se stessi.

Annunci

Hot chocolate

Nei paesi anglosassoni (il mio shock è stato negli USA) chiamano Hot Chocolate una bevanda calda al gusto cacao e con molto latte. Forse è ingeneroso dire che il nostro latte col cacao è la stessa cosa, ma non è possibile alcun paragone con quella che noi chiamiamo cioccolata calda. Fin qui è solo l’ennesima differenza linguistica che può portare a fraintendere (latte in Inglese è un caffelatte…) il malcapitato goloso.

E’ stato buffo sentire il racconto del contrario: dell’Inglese in Italia che in un pomeriggio invernale ordina una cioccolata calda e riceve quella tazza di paradiso (ciobar) e la guarda perplesso e deluso.

Giocattoli da cucina

L’arrivo della macchina per la pasta ha portato un nuovo passatempo per le scure serate invernali qui a Norwich: abbiamo testato immediatamente il giocattolo nuovo con la sfoglia per la lasagna, ma anche le tagliatelle non sono male!

Da testare il formato “spaghetto”, vedremo 😉

Under the snow

Tornati dal Gambia il viale che percorriamo per arrivare al lavoro era già trapuntato da crocus pronti alla primavera, la temperatura era meno rigida di come l’avevamo lasciata e… come in tutta Europa il trend si è invertito.

Fino a far tornare l’inverno, sotto 20 centimetri di neve.

Camminare per Norwich non era letteralmente una passeggiata, ma il paesaggio imbiancato – per qualche giorno – è stata una bella esperienza.

P.S. Il nostro centro di ricerca (vedi sotto), si trova in Colney lane. L’etimologia significa “strada dei conigli”, e sì… non è un ricordo antico ma è tuttora massicciamente abitata da conigli che tendono durante l’anno a farsi vedere al tramonto. Con la neve non solo si sono dati più da fare, erano anche incredibilmente più facili da individuare

IMG_2607.JPG

Un bisogno di giustizia

Questo articolo è ora presente in forma estesa su Medium.

L’Italia ha lo stesso numero di Magistrati della Francia, e addirittura il doppio della Germania. Tuttavia il numero di cause civili per giudice in italia è il doppio che in Francia, il quadruplo di quello tedesco. Il trend è identico nel procedimento penale. Forse in Italia, per qualche motivo, c’è un eccesso di ricorso alla giustizia. Continua a leggere

Un assaggio di vento

Il primo assaggio di vento lo avevano avuto a settembre, quando erano venuti ad esplorare la città, a vedere il posto di lavoro, a cercare una casa. Quella notte il vento entrava fischiando dalla finestra della loro camera, dotata di ampi spifferi e tende che volavano come fantasmi.

Da quando si sono trasferiti qui, tre mesi fa, non avevano più sentito il vento così forte e si sono chiesti più volte se quello della notte di settembre fosse un vento forte o una brezza che faceva solo tanta caciara per via degli spifferi.

La risposta è arrivata la notte scorsa, un vento da matti, un rumore continuo che impediva a Lisa anche di addormentarsi (non ad Andrea). Questa mattina, al risveglio, il vento viaggiava s solo a 50-60 Km/h.

Hanno saputo che Stansted ha cancellato dei voli per via del vento. Quanto forte deve essere il vento perché vengano cancellati dei voli?

Gun bullets

News from Brexit

Ci sono cose che scegliamo democraticamente, con un voto, e cose che scegliamo inconsapevolmente. Senza entrare nel merito del referendum, una triste notizia apparsa poco dopo l’inizio dei negoziati riguarda l’incremento di export di armi (a regimi oppressivi). Ora che si avvicinano le elezioni in Italia, penso a quanto il mio Paese sia famoso nel mercato mondiale della produzione (e vendita) di armi, o a quanto spenda per armare se stesso, come se i numeri su quanto si taglia a sanità e pensioni siano materia su cui discutere, mentre il budget per la difesa sia materia che non vada data in pasto all’elettorato.

Forse il motivo è pratico: dato che nessuno schieramento ha nel programma un taglio a questo capitolo di spesa, che senso ha parlarne?

Un secondo pensiero riguarda il coraggio delle proprie scelte. Continua a leggere

Stansted e sconti

Mia mamma ha da anni un amore incondizionato per un profumo. Il suo profumo. Sempre quello.

Vedendolo a Stansted al 40% di sconto non ho potuto non comprarglielo. Poi ho realizzato che sto andando a Roma, non a casa. Quindi mi tocca riportarmelo da Roma e poi la prossima volta riportarlo a casa San Giorgio! Meno male che sono 100ml e li posso portare nel bagaglio a mano!

The Gambia 2018

Un inverno più rigido della media in Gran Bretagna, ma la possibilità di scongelare le idee con un workshop in Gambia, in cui siamo entrambi relatori.

Il Gambia è un paese esteso quanto l’Abruzzo, enclave del Senegal, in cui il governo Britannico ha costruito e finanziato un ospedale con annesso centro di ricerca biomedico all’avanguardia.