Al ricevimento di Anu e Sandeep

Cosa faremo a Pasquetta? Non lo sappiamo ancora di preciso, ma saremo ad Udaipur con un bel gruppo di norvegesi, indiani, e altre minoranze (italiani, un australiano, una russa ;).

Nel frattempo siamo ad Ahmedabad al ricevimento per il matrimonio della nostra collega e vicina di casa Anu!

img_2805

Dancing Night! Spot Lisa 🙂

Continua a leggere

Annunci

Verso l’India

Durante il pranzo in aereo, da Amsterdam a Bollywood, assaggio il contenuto di una ciotola (vedi foto) e mi giro verso Lisa mettendola in guardia:

“Sappi che non è polenta”

“Ovvio: c’è scritto desert miele e mandorle”

Continua a leggere

Integrazione

Avevano da fare, un po’ di lavoro arretrato, un po’ di lavoro appena arrivato, alcune cose da finire e hanno creduto, ingenuamente, di poter pranzare alle 13:30.

Si sono presentati in mensa dotati di un po’ di pollo e di alcuni falafel, avanzi della sera precedente, sicuri di comprare in mensa quel che mancava al proprio pranzo. Sono arrivati in mensa alle 13:37, e hanno guardato desolati il bancone pulito e il cibo avanzato già buttato nel pattume. Si sono guardati: in UK non si pranza alle 13:30, non è la mensa dell’università che serve cibo fino alle 14:45. Hanno fatto tardi. Ma poi, le 13:38, si può considerare tardi?

Sta di fatto che hanno avuto un momento di vera integrazione: hanno pranzato con gli avanzi del giorno prima, con un contorno di patatine in sacchetto e accompagnando il pranzo col cappuccino.

È fatta: dopo aver bevuto il cappuccino durante il pranzo si sentono integrati. Ma danno dei barbari a se stessi.

Hot chocolate

Nei paesi anglosassoni (il mio shock è stato negli USA) chiamano Hot Chocolate una bevanda calda al gusto cacao e con molto latte. Forse è ingeneroso dire che il nostro latte col cacao è la stessa cosa, ma non è possibile alcun paragone con quella che noi chiamiamo cioccolata calda. Fin qui è solo l’ennesima differenza linguistica che può portare a fraintendere (latte in Inglese è un caffelatte…) il malcapitato goloso.

E’ stato buffo sentire il racconto del contrario: dell’Inglese in Italia che in un pomeriggio invernale ordina una cioccolata calda e riceve quella tazza di paradiso (ciobar) e la guarda perplesso e deluso.