Cottage pie

Quando abbiamo avanzato più ragù del previsto, Lisa ha avuto la brillante idea di te-interpretare una ricetta britannica e di trasformarlo in una cottage pie (o shepherd pie), che a dispetto del nome non è fatta né con cascine né con pastori.

Per i puristi la ricetta originale la offre la BBC.

Wells-next-the-sea

Oggi il sole invernale ci ha permesso di andare a scoprire un nuovo lembo di costa, un po’ poi lontano e molto adatto al collaudo della 🚗 …

Wells-next-the-sea, cittadina portuale di duemila anime, è immersa in un paesaggio stupendo, un lungo golfo raggiunge il centro della cittadina e pare anche questo sia un luogo gradito alle giovani foche… quindi a dicembre probabilmente torneremo da queste parti!

Bruuum

I BioCosi si sono motorizzati da circa una settimana, anche se solo questo weekend abbiamo potuto davvero assaggiare un po’ di strada rovesciata all’inglese.

Paul, l’omino rosso profumato appeso alle ventole, è stato un super tempestivo regalo… ma forse dovremo espandere i gadget con un cornetto rosso 🌶.

Curiosità British: abbiamo una Vauxhall Meriva, così si chiamano qui le Opel.

Prove generali d’autunno

Da qualche settimana gli alberi di Norwich ci preparano alla parte più dura da digerire della nostra latitudine: le corte giornate invernali.

Non sono solo corte, sono incredibilmente più corte di quelle estive, si passa dall’avere luce fino alle 22, ad abituarsi ad avere buio già alle quattro.

Albero fuori dal nostro vecchio istituto

Biglietti UK style

Sul sistema ferroviario inglese si potrebbe aprire una estesa parentesi, meglio quindi optare per il tradizionale velo pietoso.

L’unità di misura della miseria ferroviaria è il biglietto arancione. Giuro che per un solo viaggio a Leicester me ne sono arrivati nove… Volendo però guardare all’unico pregio di questo chiaro esempio della stupidità delle privatizzazioni, i controllori hanno generalmente un’aria allegra e a volte un’obliteratrice stilosa:

 

Uno sguardo ad Ely

Il treno che porta a Cambridge ferma anche ad Ely, una minuscola cittadina che fino a sabato avevo solo salutato con piacere dal treno, ed in effetti già dal treno attrae i passeggeri con il suo corso d’acqua popolato da piccole barche, e pezzi della maestosa cattedrale che le danno – malgrado i suoi miseri 20.000 abitanti – lo status di City.

Sabato quindi, rientrando da Cambridge, abbiamo voluto fare una rapida visita alla zona della cattedrale, che al tramonto non ci ha delusi…

PS: Dato che indovinare la pronuncia dei toponimi inglesi è un’impresa disperata, questo posto si pronuncia “ìli”…