Prove generali d’autunno

Da qualche settimana gli alberi di Norwich ci preparano alla parte più dura da digerire della nostra latitudine: le corte giornate invernali.

Non sono solo corte, sono incredibilmente più corte di quelle estive, si passa dall’avere luce fino alle 22, ad abituarsi ad avere buio già alle quattro.

Albero fuori dal nostro vecchio istituto

Heidelberg

Rapida cartolina da Heidelberg (Germania), dove un congresso organizzato benissimo e molto interessante ha trovato come cornice una cittadina vivace e un clima stupendo.

Il centro congressi è stato realizzato con un richiamo alla doppia elica del DNA, il che è già un fatto simpatico. Sconvolgente che abbia recensioni su tripadvisor.

Biglietti UK style

Sul sistema ferroviario inglese si potrebbe aprire una estesa parentesi, meglio quindi optare per il tradizionale velo pietoso.

L’unità di misura della miseria ferroviaria è il biglietto arancione. Giuro che per un solo viaggio a Leicester me ne sono arrivati nove… Volendo però guardare all’unico pregio di questo chiaro esempio della stupidità delle privatizzazioni, i controllori hanno generalmente un’aria allegra e a volte un’obliteratrice stilosa:

 

Uno sguardo ad Ely

Il treno che porta a Cambridge ferma anche ad Ely, una minuscola cittadina che fino a sabato avevo solo salutato con piacere dal treno, ed in effetti già dal treno attrae i passeggeri con il suo corso d’acqua popolato da piccole barche, e pezzi della maestosa cattedrale che le danno – malgrado i suoi miseri 20.000 abitanti – lo status di City.

Sabato quindi, rientrando da Cambridge, abbiamo voluto fare una rapida visita alla zona della cattedrale, che al tramonto non ci ha delusi…

PS: Dato che indovinare la pronuncia dei toponimi inglesi è un’impresa disperata, questo posto si pronuncia “ìli”…

Piovosa gita a Cambridge

Ieri approfittando del meteo inglese (☔️) siamo andati a Cambridge, per vederla finalmente grigia come piace a noi!

In sintesi… il weekend è stato un preoccupante assaggio della stagione “Inverno 2018”, con crollo delle temperature e cielo coperto.

Da lunedì e per due settimane saremo esentati da ulteriori piogge… ma il messaggio è arrivato forte e chiaro: fuori i giubbotti!

Acclimatato

Interrompiamo le trasmissioni per una notizia di attualità: questa mattina sono uscito di casa in polo a maniche corte 👕 mentre la maggior parte degli inglesi girava con maniche lunghe.

È la prima volta che non accade il contrario!

Ad un anno dal sopralluogo

Un anno fa eravamo in visita a Norwich per una settimana, con l’obiettivo di trovare una sistemazione. Abbiamo visitato vari appartamenti, conosciuto ogni sorta di ebete con la qualifica di agente immobiliare e alla fine siamo approdati in un piccolo appartamento vicino al centro che abbiamo presto iniziato a sentire casa.

A ben pensarci, siamo stati bravini a trovare un riparo confortevole in soli cinque giorni di ricerche! Ricordiamo bene quella prima settimana di corse e camminate curiose per conoscere gli angoli e gli aromi (prevalentemente… aglio) della città, ospitati con AirBnb da un simpatico vegano suonato. Questo primo anno è passato così in fretta!

Continua a leggere

Dover siamo stati

Qualche giorno fa abbiamo passeggiato al mare ad Escalles, vicino a Calais🇫🇷, con il caldo di un agosto insolito in tutto il nord Europa.

Dalla spiaggia si vede l’Inghilterra, per la precisione Dover, e persino (con un po’ di fatica) il suo castello.

Norwich Airport

Il nostro aeroporto preferito: a 15 minuti da casa, e senza code e attese tanto è piccolo. Ai controlli di sicurezza di solito ci troviamo noi due e qualche guardia.

Ha un po’ di connessioni domestiche e per le mete internazionali ci sono due possibilità:

  • Amsterdam (a da lì poi siamo arrivati in India a febbraio)
  • Una decina di mete estive attive tre mesi l’anno, tipo Tenerife.